Affresco votivo. Sant’Antonio e Santo Stefano al centro. A sinistra S. Andrea e Santa Cristina, a destra S. Giovanna e San Giuseppe. Iscrizione “Andrea e Gerna Giovanna F.F. Per D. 1860”. In questo dipinto si riconosce chiaramente Sant’Antonio in quanto tiene in mano un giglio e un libro che rappresenta la sua dottrina. Santo Stefano si riconosce per il libro e la palma del martirio che impugna.

Affreschi votivi ad Arigna, piccolo borgo nelle Orobie valtellinesi

Sono numerosi gli affreschi e le edicole votive decorano le case contadine di Arigna in Valtellina, un piccolo borgo alpino molto pittoresco sulle Alpi Orobie Valtellinesi a 814 metri, all’imbocco dell’omonima valle (Val d’Arigna). Arigna è una frazione del comune di Ponte in Valtellina nella provincia di Sondrio costituita da numerose piccole contrade (Sazzo, Fontaniva, Gerna, Briotti, Berniga). All’ultimo censimento risultavano ad Arigna solamente 33 abitanti. In estate il borgo si ripopola con molti degli abitanti di un tempo e dei loro discendenti che ritornano nelle antiche case ora trasformate in residenze estive. Durante l’inverno la mancanza di un negozio e di spazi comuni rende certamente difficile la vita dei pochi abitanti rimasti.

I muri di numerose case di Arigna sono decorate con affreschi ed edicole votive che risalgono principalmente al 1800 e che ci raccontano della profonda fede religiosa che accompagnava e sosteneva ogni momento della vita di questi montanari. Queste edicole votive localmente vengono chiamate santelle, un termine di origine dialettale usato anche nelle provincie di Brescia e Bergamo. Alcuni di questi dipinti a carattere religioso sono perfettamente conservati, altri stanno lentamente scomparendo consumati dal tempo e dalle intemperie. Fortunatamente quasi tutte le opere di restauro e sistemazione delle vecchie abitazioni hanno rispettato questi affreschi che sono perfettamente visibili a chi esplora le strette vie del piccolo paese.

Arigna è un piccolo borgo alpino nelle alpi Orobie valtellinesi a 814 metri, all’imbocco dell’omonima valle. Nell’ultimo censimento risultavano residenti ad Arigna 33 abitanti.

Una piccola curiosità: gli abitanti del piccolo borgo di Arigna vantano un illustre concittadino. Infatti, nel 1533 Giandomenico Scamozzi lasciò Arigna per trasferirsi a Vicenza dove fece fortuna come imprenditore edile. Vincenzo Scamozzi, il figlio di Giandomenico, divenne un famoso architetto noto ai più per aver portato a termine molte delle opere iniziate da Andrea Palladio, tra cui il bellissimo Teatro Olimpico di Vicenza, e per alcune importanti scritti di architettura.

Come arrivare ad Arigna

Arigna si può facilmente raggiungere dal fondovalle della Valtellina percorrendo per circa 6 km la comoda strada che sale dal ponte sull’Adda in località Casacce (comune di Ponte in Valtellina).

Volendo avventurarsi in una gradevole camminata consiglio di seguire il sentiero che sale dall’altro ponte sul fiume Adda in località Baghetto, nel vicino borgo di Chiuro. Si percorre un breve tratto del Sentiero Valtellina per poi salire verso l’abitato di Bruga, e quindi infilarsi nella stretta e ombrosa Val d’Arigna. Gradualmente il sentiero sale fino al borgo di Arigna. Tutto il percorso è molto bello, nella parte iniziale attraversa una zona coltivata chiamata Rivabella e quindi con un ponticello in sasso scavalca il torrente Armisa per entra in un fitto bosco sbucando direttamente sotto le case di Arigna. Dal ponte sul torrente si possono osservare numerose marmitte dei giganti piuttosto profonde e spettacolari.

Sconsiglio il sentiero Baghetto-Fontaniva ai mountain bikers meno esperti, ma lo raccomando a chi ama camminare in montagna. Agli appassionati hikers e mountain-bikers ricordo che da Arigna parte una bellissima decauville percorribile in bicicletta o a piedi che si snoda sul fianco della montagna per numerosi km.

Gli affreschi votivi di Arigna

Ho fotografato alcuni dipinti ed edicole votive di Arigna nel corso di una escursione a piedi nel luglio 2018. Non mi aspettavo di trovare questi affreschi per cui ho usato il cellulare, l’unica macchina fotografica a mia disposizione per l’occasione.

Affresco votivo. Sant’Antonio da Padova e San Luigi Gonzaga in Adorazione della vergine Maria con il bambin Gesù. Iscrizione: "Maria Mater Gratiae, F.F.P.D. 1824". Arigna (Fontaniva), provincia di Sondrio.
Affresco votivo che rappresenta Sant’Antonio da Padova e San Luigi Gonzaga in Adorazione della vergine Maria con il bambin Gesù. Iscrizione: “Maria Mater Gratiae, F.F.P.D. 1824”. Sant’Antonio si riconosce per impugnare il simbolo del giglio e la presenza al suo fianco del bambin Gesù.
Affresco votivo. Vergine Maria col bambin Gesù. Iscrizione: "Ave Maria, Maria Angiolini F.F.P.D. 1824". Arigna (Fontaniva), provincia di Sondrio.
Edicola votiva con immagine della Vergine Maria col bambino Gesù. Iscrizione: “Ave Maria, Maria Angiolini F.F.P.D. 1824”.
Affresco votivo scolorito dal tempo. Crocifissione. Arigna (Fontaniva), provincia di Sondrio.
Affresco votivo scolorito dal tempo che rappresenta una crocifissione con vergine in adorazione.
Affresco votivo. S. Antonio e S. Stefano in adorazione della vergine Maria. Iscrizione: "Ave Maria, Restauro Agosto 1969, Elena Morelli". Arigna (Fontaniva), provincia di Sondrio.
Affresco votivo con due santi in adorazione della vergine Maria. Iscrizione: “Ave Maria, Restauro Agosto 1969, Elena Morelli”. Il restauro, forse un po’ maldestro, sembra aver danneggiato l’affresco originale e aver reso irriconoscibili i due santi.
Affresco votivo. Due santi, quello a destra dovrebbe essere San Luigi Gonzaga, in adorazione della vergine Maria con il bambin Gesù. Iscrizione "La Famiglia Cantoni". Arigna contrada Fontaniva, provincia di Sondrio.
Affresco votivo che rappresenta due santi in adorazione della vergine Maria con il bambin Gesù. La figura a destra dovrebbe essere San Luigi Gonzaga. Iscrizione “La Famiglia Cantoni”.
Affresco votivo restaurato che rappresenta Sant'Antonio e San Luigi Gonzaga in Adorazione della vergine Maria.. Arigna, contrada Fontaniva, Valtellina.
Affresco votivo restaurato che rappresenta Sant’Antonio e San Luigi Gonzaga in Adorazione della vergine Maria.
Affresco votivo. S. Antonio, S. Stefano al centro, a sin istra S. Andrea e Santa Cristina, a destra S. Giovanna e San Giuseppe. Iscrizione "Andrea e Gerna Giovanna F.F. Per D. 1860". Arigna (Fontaniva), provincia di Sondrio.
Affresco votivo con Sant’Antonio e Santo Stefano al centro, a sinistra Sant’Andrea e Santa Cristina, e a destra Santa Giovanna e San Giuseppe. Iscrizione “Andrea e Gerna Giovanna F.F. Per D. 1860”. In questo dipinto vengono elencati esplicitamente i nomi dei santi rappresentati. Si riconosce chiaramente Sant’Antonio con in mano un giglio e un libro che rappresenta la sua dottrina, mentre Santo Stefano ha in mano un libro e impugna la palma del martirio.

Visita alla contrada Fontaniva

Tradizionale abitazione alpina nella frazione Arigna del comune di Ponte in Valtellina, Sondrio.
Tradizionale abitazione alpina nella frazione Arigna del comune di Ponte in Valtellina, Sondrio.
L'antica Osteria e negozio San Carlo ad Arigna (Ponte in Valtellina). Un tempo il punto di ritrovo per gli abitanti del paese e gli occasionali passanti, da lunghi anni non più attiva.
L’antica Osteria e negozio San Carlo ad Arigna (Ponte in Valtellina). Un tempo il punto di ritrovo per gli abitanti del paese e gli occasionali passanti, da lunghi anni non più attiva.
Tradizionale abitazione alpina con fontana e lavatoio. Arigna (Fontaniva), provincia di Sondrio.
Tradizionale abitazione alpina con fontana e lavatoio. Arigna, contrada Fontaniva, provincia di Sondrio.
Il sentiero di Rivabella che dal fondovalle (Valtellina) porta all'abitato di Arigna, una frazione del comune di Ponte Valtellina in provincia di Sondrio.
Il sentiero di Rivabella che dal fondovalle (Valtellina) porta all’abitato di Arigna, una frazione del comune di Ponte Valtellina in provincia di Sondrio.

Dove alloggiare

Per chi volesse trascorrere alcuni giorni esplorando questi angoli affascinanti e poco noti della Valtellina raccomando di prenotare una stanza presso il simpatico Bed & Breakfast Via Paradiso nella vicina Ponte in Valtellina. Il B&B è gestito da Norma e Giovanni. Mi ringrazierete!

Mappa di Arigna e della Val d’Arigna

Mappa di Ponte in Valtellina

Video di Arigna e della sua valle

Breve video che descrive l’abitato di Arigna e il problema dello spopolamento. Video realizzato da UnicaTV.

La contrada Fontaniva in Val d’Arigna tra passato e presente

Altri borghi di Valtellina


Un ringraziamento particolare va a Norma Ghizzo, la proprietaria, con Giovanni, del piccolo B&B Paradiso a Ponte in Valtellina, per l’aiuto nella corretta identificazione dei santi rappresentati negli affreschi votivi. Se vi sono degli errori sono certamente miei.