Villaggio homeless a Oakland, California

Il problema degli homeless negli Stati Uniti e in particolare in California sta assumendo dimensioni assolutamente fuori controllo. Le stime parlano, per la sola California di oltre 150 mila senzatetto nel 2017, con numeri in continuo aumento. Racconto fotografico mostra uno dei molti villaggi di homeless sorti negli ultimi anni nel centro di Oakland, un fenomeno comune a tante altre città e cittadine della California. L’accampamento si è sviluppato sotto i cavalcavia dell’autostrada 280 con numerose tende e alcune baracche. Questi accampamenti creano grandissimi problemi di igiene e sicurezza sia per gli homeless che li abitano che per gli abitanti del quartiere.

Il villaggio dei senzatetto

Alcune tende dell'accampamento di homeless (senzatetto) sotto i cavalcavia dell'autostrada 280 a Oakland, California. Molte di queste tende sono posizionate in situazioni di oggettivo pericolo e pongono gli homeless a costante contatto con i gas di scarico del traffico. È successo recentemente che un auto sbandando andasse a investire una di queste tende.  Fortunatamente al momento dell'incidente la tenda era vuota.
Alcune tende dell’accampamento di homeless (senzatetto) sotto i cavalcavia dell’autostrada 280 a Oakland, California. Molte di queste tende sono posizionate in situazioni di oggettivo pericolo e pongono gli homeless a costante contatto con i gas di scarico del traffico. È successo recentemente che un auto sbandando andasse a investire un accampamento di homeless. Fortunatamente al momento dell’incidente la tenda era vuota.
Accampamento di homeless (senzatetto) sotto i cavalcavia dell'autostrada 280 a Oakland, California. Sulla destra si vede un blocco in plastica grigia: si tratta di un distributore di acqua potabile fornito dalla città di Oakland per alleviare le condizione disperate degli abitanti di questo accampamento illegale.
Accampamento di homeless (senzatetto) sotto i cavalcavia dell’autostrada 280 a Oakland, California. Sulla destra si vede un blocco in plastica grigia: si tratta di una stazione portatile per lavarsi le mani messa a disposizione dalla città di Oakland per alleviare le disperate condizioni igieniche degli abitanti di questo accampamento illegale. La città mette a disposizione anche toilet portatili, bidoni per la spazzatura e lavabi portatili per lavarsi le mani.
I bagni portatili che si intravedono sono forniti dalla città di Oakland per garantire un minimo livello di igiene all'interno dell'accampamento. Alcuni accampamenti sono dotati anche di pannelli fotovoltaici per alimentare l'illuminazione delle tende e per consentire agli homeless di ricaricare i cellulari. I cellulari sono uno strumento indispensabile per provare a reinserirsi in società aiutandoli nella ricerca di un lavoro.
I bagni portatili che si intravedono sono forniti dalla città di Oakland per garantire un minimo livello di igiene all’interno dell’accampamento. Alcuni accampamenti di homeless sono dotati anche di pannelli solari per alimentare l’illuminazione delle tende e per consentire agli homeless di ricaricare i cellulari. I cellulari sono uno strumento indispensabile per provare a reinserirsi in società aiutandoli nella ricerca di un lavoro.
Le condizioni igieniche del villaggio sono seriamente preoccupanti, in particolare se consideriamo che nel villaggio vivono anche alcuni bambini e ragazzi. Alcuni accampamenti di homeless hanno stabilito rigide regole interne per garantire un livello di pulizia e igiene che salvaguardi l'incolumità dei membri del villaggio. La gran parte degli accampamenti tende a trasformarsi in breve tempo in una sorta di discarica.
Le condizioni igieniche del villaggio sono seriamente preoccupanti, in particolare se consideriamo che nel villaggio vivono anche alcuni bambini e ragazzi. Alcuni accampamenti di homeless, come “Here There” a Berkeley, hanno stabilito rigide regole interne per garantire un livello di pulizia e igiene che salvaguardi l’incolumità dei membri del villaggio. La gran parte degli accampamenti tende a trasformarsi in breve tempo in una sorta di discarica.
Il commercio di biciclette rubate e lo smembramento delle biciclette in parti più facilmente rivendibili sul mercato e' una tipica attività che si può osservare nella gran parte degli accampamenti di homeless.
Nella gran parte degli accampamenti di homeless si può osservare direttamente il commercio di biciclette rubate e lo smembramento delle biciclette in parti più facilmente rivendibili sul mercato. Si tratta di un problema molto sentito dalle comunità locali ma di cui non si intravede al momento alcuna soluzione.
Nei villaggi di homeless le condizioni igieniche e sanitarie sono terribili. La città di Oakland cerca di limitare il problema rendendo disponibili dei bagni portatili all'accampamento.
Nei villaggi di homeless le condizioni igieniche e sanitarie sono terribili. Il che causa la diffusione di numerose malattie tra gli homeless degli accampamenti. La città di Oakland cerca di limitare il problema rendendo disponibili dei bagni portatili all’accampamento.
A volte colpisce vedere macchine di medio prezzo in questi accampamenti di homeless. Non e' un segno di ricchezza ma piuttosto la testimonianza di un improvviso crollo del tenore di vita di una persona o una famiglia. L'auto ci ricorda il percorso vissuto da una persona o un'intera famiglia, passati in breve tempo da una vita normale con una casa, un lavoro e un'auto ad una condizione di povertà assoluta dove l'auto diventa semplicemente il contenitore che salvaguardia gli ultimi averi della persona o della famiglia. Negli Stati Uniti basta un evento traumatico come una lunga malattia per scatenare un disastroso effetto domino nella vita di una persona: dallo stress finanziario della malattia si passa facilmente alla perdita del lavoro e dopo poco alla perdita della casa. La gran parte degli americani non ha risparmi per poter sopravvivere senza reddito più a lungo di poche settimane.
A volte colpisce vedere macchine di medio prezzo in questi accampamenti di homeless. Non è un segno di ricchezza ma piuttosto la testimonianza di un improvviso crollo del tenore di vita di una persona o una famiglia. L’auto ci ricorda il percorso vissuto da una persona o un’intera famiglia, passati in breve tempo da una vita normale con una casa, un lavoro e un’auto ad una condizione di povertà assoluta dove l’auto diventa semplicemente il contenitore che salvaguardia gli ultimi averi della persona o della famiglia. Negli Stati Uniti basta un evento traumatico come una lunga malattia per scatenare un disastroso effetto domino nella vita di una persona: dallo stress finanziario della malattia si passa facilmente alla perdita del lavoro e dopo poco alla perdita della casa. A questo punto le persone si trovano costrette a vivere nella propria auto o RV. La gran parte degli statunitensi non ha risparmi sufficienti per sopravvivere senza reddito più a lungo di qualche settimana.
Cavalcavia autostradale nel centro di Oakland con altre tende abitate da homeless. Il clima della zona non è particolarmente rigido ma la lunga stagione delle piogge invernali rende la vita di questi poveri homeless estremamente difficile.
Cavalcavia autostradale nel centro di Oakland con altre tende abitate da homeless. Il clima della zona non è particolarmente rigido ma la lunga stagione delle piogge invernali rende la vita di questi poveri homeless estremamente difficile.

Altri articoli sugli homeless nella Bay-Area