Little Wing Farm Stand, il banchetto self-serve non-presidiato di una micro-fattoria

Siamo in California nella contea di Marin. Sul lato della strada che da Nicasio porta a Point Reyes Station c’è un piccolo banchetto non presidiato che vende frutta e verdura di una piccola fattoria locale. Questi banchetti non presidiati, chiamati farm stand, sono una tradizione tutta americana. Si tratta di piccoli banchetti o semplici tettoie che si incontrano sul bordo delle strade rurali e che offrono frutta e verdura rigorosamente prodotte da una fattoria locale. I farm stand incontrano facilmente percorrendo le strade della campagna americana, non lontano dalla fattoria. Caratteristica interessante è che i farm stand sono dei punti vendita completamente non-presidiati e self-service. Questo significa che chiunque può fermarsi al banchetto, scegliere alcuni prodotti, pesarli, calcolare l’importo dovuto e lasciare il pagamento nell’apposita cassettina.

Il farm stand funziona solo grazie all’onestà dei compratori e al rispetto per i prodotti esposti.

Il farm stand, o self-serve produce stand, funziona solo grazie all’onestà dei compratori e al rispetto per i prodotti esposti. Il piccolo volume delle vendite non consentirebbe di pagare una persona dedicata a servire i clienti e a incassare gli importi. Il farm stand consente ai contadini di vendere i loro prodotti senza investire tempo e denaro nel presidiare il punto vendita. La presenza di questi farm stand testimonia l’onestà della gran parte dei clienti e degli automobilisti di passaggio.

Il banchetto (stand) della Little Wing Farm

Ho raccolto qui di seguito alcune mie foto di un piccolo farm stand che ho trovato pedalando per le campagne della contea di Marin in California. Chiaramente la proprietaria ha messo molta cura nell’allestire questo banchetto e si è preoccupata anche di raccontare la storia che sta dietro la frutta e verdura biologica in vendita. Per cominciare, lo stand ha un suo nome, si chiama infatti Little Wing farm stand e si trova (mappa) lungo la Point Reyes-Petaluma Road all’altezza del Black Mountain Ranch.

La proprietaria, come ci raccontano le descrizioni appese alle pareti dello stand, si chiama Molly Myerson. La sua micro-fattoria è ospitata dal grande Black Mountain Ranch. Molly ha scelto di vendere i suoi prodotti lungo la strada dopo che la sua attività di produzione di uova di quaglia è stata distrutta nel marzo 2016 da un violento incendio.

Il cartello di benvenuto al "Little Wing farm-stand"
Il cartello di benvenuto al “Little Wing Farm stand”
Il piccolo farm-stand sul bordo della strada
Il piccolo farm stand sul bordo della strada che connette Nicasio con Point Reyes Station.
Pomodori e altre verdure in vendita nel farm-stand
Pomodori e altre verdure di produzione locale in vendita nel farm stand
Pomodori e altre verdure in vendita nel farm-stand
Pomodori e altre verdure in vendita nel farm stand Little Wing.
Il registro delle vendite del farm-stand
Il registro delle vendite del farm stand Little Wing.
Spiegazioni su come usare la bilancia
Spiegazioni su come usare la bilancia nel Little Wing Farm Stand
La cassa con l'incasso delle vendite della giornata
La cassa con l’incasso delle vendite della giornata del Little Wing Farm stand
L'inviato ad essere onesti presentato con la tipica gentilezza californiana
L’invito ad essere onesti presentato con la tipica gentilezza californiana. Il self-service è una caratteristica fondamentale dei farm, stand.
La mia bicicletta parcheggiata nel farm stand
La mia bicicletta parcheggiata nel farm stand. La strada è molto frequentata dai ciclisti che volentieri si fermano allo stand per piccoli acquisti.

Un video racconta la storia della Little Wing Farm

Per chi volesse sapere di più del Little Wing farm stand suggerisco di guardare questo breve e simpatico video.

Dove si trova il Little Wing Farm Stand

La posizione esatta del Little Wing Farm Stand

3 comments

  1. Commentare in modo ironico e sarcastico scrivendo che qui in Italia qualcosa di simile sarebbe impensabile, sarebbe fin troppo facile e scontato.
    Credo che qui da noi più che un problema di onestà ci sia un problema di diffidenza verso qualcosa di nuovo. Gli italiani sono un po’ snob. Abituati ad essere serviti e riveriti, non credo si abituerebbe facilmente ad un tale stravolgimento di abitudini. Comunque farebbe sicuramente scalpore qui da noi una simile e azzardata iniziativa.
    Avessi ortaggi freschi tutto l’anno, non avrei problemi a provare. Non credo l’investimento economico sarebbe proibitivo, visto anche che non necessita personale al punto vendita.

  2. Mi piacerebbe sapere come reagirebbero gli italiani ad una iniziativa simile. Alcuni contadini in Valtellina lo fanno, ma il banchetto pur non essendo presidiato e’ comunque sotto casa, e questo suppongo scoraggi vandali e approfittatori. O forse semplicemente anche noi italiani sappiamo comportarci bene.
    Una cosa che ho notato nel banchetto californiano e’ l’assoluta mancanza di note negative o minacce anche subdole verso potenziali ladruncoli o vandali. Tutto viene presentato con uno “spin” positivo, molto californiano.

  3. Non credo che funzionerebbe da noi, non nei grossi centri, diciamola tutta….ormai nei super mercati pesano la frutta alla cassa, perché i soliti ignoti prima pesavano e poi aggiungevano altra frutta…😂😂

Comments are closed.