Gigantesco murale a tema politico dedicato all'oppressione delle popolazioni indigene del centro e sud america. Si intitola "Naya Bihana" che significa "nuova alba". Il murale è stato dipinto interamente su una staccionata in Balmy Alley nel 2002 dal muralista Martin Travers.

Murali di protesta a San Francisco

Articolo apparso nel marzo 2014 sul blog di Punto.Ponte

Il quartiere Mission di San Francisco è ricchissimo di murali. Una parte importante di questi sono murali di protesta o legati a temi politici e sociali importanti per la comunità latina e per le altre minoranze che abitano il quartiere. Murali e graffiti si alternano sui muri degli edifici della Mission, senza una chiara separazione. La migliore definizione che ho trovato per distinguere tra murale e graffito è la seguente:

Chi crea un murale ha il permesso del proprietario dell’edificio
chi realizza un graffito no

Ho raccolto alcuni dei murali più interessanti tra i tanti che ho fotografato in questi anni. Per una migliore visione dei singoli murali raccomando di cliccare una prima volta sull’immagine aprendo così una nuova finestra sull’originale su Flickr; un ultimo click aprirà la versione a massima risoluzione mostrando tutti i dettagli del murale.

Revolution
Gigantesco murale dedicato alla rivoluzione cubana. Interessante la sovrapposizione di stili e messaggi sulla medesima parete.
Murale dedicato allo storico attivista e sindacalista messicano Cesar Chavez
Murale dipinto su un cancello in legno e dedicato allo storico attivista e sindacalista americano di origini messicane Cesar Chavez (1927-1993) che ancora oggi è grandemente stimato e rispettato dalla comunità latina.
Murale che illustra una tipica situazione di conflitto tra i poliziotti e alcuni immigranti illegali
Murale che illustra una tipica situazione di conflitto tra i poliziotti e alcuni immigranti illegali.
Murale che rappresenta un incontro di un gruppo di attivisti. Si possono riconoscere alcuni personaggi come...
Murale che rappresenta un incontro di un gruppo di attivisti. Si possono riconoscere alcuni personaggi come il fondatore della teologia della liberazione Monseñor Oscar Romero (1917-1980) e Ruben Salazar (1928-1970) giornalista Messicano-Americano ucciso durante le proteste contro la guerra in Vietnam. Sullo sfondo del murale si vede la classica bandiera dei sindacati americani.
Questo murale fa riferimento ad un fatto di cronaca dello scorso anno quando un teenager di colore, Trayvon martin, venne ucciso a freddo da George Zimmerman. il processo seguente scagiono' Zimmerman giustificando il suo gesto come di legittima difesa.
Questo murale fa riferimento ad un fatto di cronaca dello scorso anno quando Trayvon Martin, un teenager di colore, venne ucciso a freddo da George Zimmerman. Il seguitissimo e contestato processo che ne è seguito ha scagionato Zimmerman giustificando il suo gesto come legittima difesa.
Personaggi di differenti paesi uniti nel procalamare il loro diritto alla auto-determianzione.
Personaggi di differenti paesi uniti nel proclamare il loro diritto alla auto-determinazione. Sullo sfondo una mappa in cui si intravedono i nome di popoli come Palestinesi, Roma, Maori, Iracheni, Haitiani e gli Ohlone (i nativi americani primi abitanti della zona di San Francisco). La mappa include anche Turtle Island, il nome che gli indigeni davano al continente Nord Americano.
Mural: Los Siete de la Raza
Il murale Los Siete de la Raza fa riferimento ad un famoso caso della fine degli anni sessanta quando un gruppo di attivisti del quartiere Mission di San Francisco venne coinvolto in arresto che degeneró con l’uccisione di uno dei due poliziotti. Il processo seguente si concluse con l’assoluzione degli attivisti ottenuta anche grazie al supporto delle Pantere Nere.
Che Guevara, Cesar Chavez, and Emiliano Zapata
Grande murale con i tre personaggi iconici simbolo della protesta popolare sudamericana: Che Guevara, Cesar Chavez, ed Emiliano Zapata.
Malcom X
Classica immagine del noto attivista di colore Malcom X (1925-1965). L’immagine è dipinta su una centralina semaforica a lato della ventiquattresima strada nel quartiere Mission.

Ho scritto precedentemente dei murali del quartiere Mission di San Francisco con un post sui murali come espressione della cultura dei migranti centro e sud americani.

Un commento

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...